Mon. May 25th, 2020

Golf with your Friends

6 min read
Golf with your Friends

Il titolo ispira già spensieratezza, vediamo se viene confermata nella recensione di Golf with your Friends

I giochi che compaiono all’improvviso nel catalogo di Xbox Game Pass sono sempre delle piacevoli sorprese che incuriosiscono particolarmente, pertanto ci ritroviamo in maniera piuttosto inaspettata di fronte a questa recensione di Golf with your Friends, emerso nel corso di questa settimana tra i titoli scaricabili gratuitamente dagli abbonati al servizio Microsoft e disponibile anche su PC, PS4 e Nintendo Switch oltre che su Xbox One dove è stato testato. In verità, il gioco non è proprio sconosciuto: già disponibile da vari anni in versione early access su PC, è arrivato solo di recente alla sua forma definitiva, venendo lanciato per praticamente tutte le piattaforme, dunque è un titolo che ha già attraversato un periodo di testing e ricevuto abbastanza feedback da parte dell’utenza da non giungere proprio alla cieca sul mercato. L’esplicito titolo dice tutto quello che c’è da sapere: Golf with your Friends è proprio un gioco di golf da affrontare con gli amici, che trova nel multiplayer la sua massima espressione, se non l’unica veramente sensata.

Ci sono diverse modalità di gioco e la possibilità di affrontare il tutto in singolo o in multiplayer online o offline, ma sostanzialmente Golf with your Friends dà il massimo in multiplayer essendo strutturato quasi come un party game, dunque è in questa condizione che andrebbe fruito, nonostante offra comunque diverse possibilità di personalizzare l’esperienza. Come struttura si collega all’antica tradizione dei golf (o meglio mini-golf) videoludici, dai tempi di Zany Golf e simili: si tratta di affrontare dei percorsi assolutamente fuori di testa sparsi su diverse ambientazioni, seguendo in linea di massima le regole fondamentali del golf, ovvero centrare la buca nel minor numero di tiri possibili. Quello che sta in mezzo tra il punto di partenza e la buca, però, è tutta una follia: ci sono tracciati più o meno esagerati ma in generale tutti introducono caratteristiche che ben poco hanno a che fare con i normali percorsi dei mini-golf veri e propri. La risposta della pallina alle leggi basilari della fisica è la costante che mantiene l’orientamento di tutto il sistema, ma per ogni buca c’è da considerare una quantità di variabili enorme, con ostacoli di qualsiasi tipo. Non ci sono personaggi da visualizzare e look da modificare, qui si tratta solo di mettere la propria pallina sul green e centrare la buca, ma questo non significa che il gioco sia banale.

Le tante anime del (mini) golf

Nonostante la sua presentazione spartana, la quantità di contenuti di Golf with your Friends è davvero notevole: si tratta di 12 circuiti che si dipanano su ambientazioni profondamente diverse e fortemente caratterizzate, ognuno composto da 18 buche che già rappresentano una notevole abbondanza di soluzioni di gioco. I percorsi, anche all’interno dei vari filoni che contraddistinguono le diverse ambientazioni, hanno comunque degli elementi unici che li rendono delle esperienze tutte notevolmente caratterizzate e disparate, progettati veramente senza limiti: si parte da ostacoli più semplici e classici per il mini-golf e si arriva a follie fantascientifiche con zone a gravità modificata, piattaforme mobili, mostri marini da superare, interruttori da attivare per consentire vari passaggi e molto altro. La varietà è veramente impressionante, ulteriormente amplificata dalla possibilità di affrontare le buche seguendo percorsi diversi ma anche dall’applicazione eventuale di modifiche in grado di variare alcune caratteristiche di base del gameplay.

Golf With Your Friends 5

Già il fatto che sia possibile far saltare la pallina all’occorrenza fa capire come ci si trovi di fronte a una reinterpretazione piuttosto fantasiosa del golf, ma questo è solo l’inizio: è possibile applicare delle regole aggiuntive che modificano alcuni elementi della struttura di base, come il fatto di sostituire le buche con canestri o porte da hockey, richiedendo dunque delle ulteriori azioni per raggiungere l’agognato “par” o alcune modifiche all’aspetto e al comportamento della pallina che hanno effetti variegati nelle sfide multiplayer.

Anche il ritmo di gioco è piuttosto diverso da quello che ci si potrebbe aspettare: il multiplayer online non si svolge a turni (al contrario di quello offline, che invece si basa sulla classica alternanza, passando il controller da un giocatore all’altro) ma vede un massimo di 12 giocatori tirare in contemporanea generando un notevole caos sullo schermo, ma anche aumentando molto la vivacità della partita. Tutto è temporizzato: è necessario raggiungere la buca entro una certa quantità di minuti, dunque si deve cercare di coniugare la precisione alla velocità senza perdere tempo, così come è limitata anche la possibilità di utilizzare la telecamera libera per osservare i tracciati. Ciò contribuisce a rendere Golf with your Friend alquanto caotico a tratti, dando una nuova interpretazione al golf e una caratterizzazione fortemente votata alla competizione multiplayer, ma sempre con il sorriso sulle labbra.

Golf With Your Friends 6

Semplice e abbondante

Il sistema di controllo, come si conviene a un gioco di questo tipo, è basato sulla regolazione di una barra che indica direzione e potenza del tiro, con la possibilità di applicare effetti al colpo ma ingenerale una notevole semplicità nella gestione della pallina, anche rispetto alle vere simulazioni di golf. Non si può proprio parlare di una bella interfaccia, ma se non altro la semplificazione puramente arcade rende il gioco molto dinamico e veloce, almeno dopo qualche partita di adattamento, visto che alcune funzioni non riescono ad essere proprio chiarissime anche a causa di un tutorial piuttosto lacunoso (ma che ha il pregio di non intralciare mai l’azione).

11307Rhefgqujsrr5Cyx9Coak4Bftevlwnmuypz0Qusy5Rvghtxerv Sxkgw6Ny9Mqx6Gtk5Zjor0Nqrlaffwy Ot Ut22Wn

Il tutto rientra in un aspetto piuttosto spartano, come abbiamo detto, derivato da una produzione di dimensioni modeste e anche da una totale concentrazione sul gameplay e sulla quantità di contenuti di gioco. Fatto sta che si riscontrano alcuni problemi tecnici, anche al di là di una certa povertà grafica generale: la gestione fisica della pallina non è il massimo del realismo anche se risulta coerente con l’interpretazione “allegra” e non proprio realistica del golf, ma alcuni rimbalzi e contatti tra strutture e superfici non sono convincenti e restituiscono risultati imprevedibili, uniti anche a una non facile valutazione precisa della potenza riposta nel colpo, che in certi casi sembra variare in maniera non molto congruente. Sono situazioni non frequenti, fortunatamente, ma in certi casi danno l’idea di una realizzazione un po’ approssimativa, così come la gestione della telecamera, che a volte causa dei problemi incastrandosi tra le pareti e creando dei veri e propri punti ciechi. In particolare, quando la pallina si ferma in spazi stretti o sotto ad alcune strutture diventa praticamente impossibile gestire la visuale in maniera consona, costringendo a colpire un po’ a caso. È un po’ deludente che il gioco arrivi su console in queste condizioni dopo aver passato interi anni in early access su PC, un lungo processo che avrebbe potuto portare a una forma definitiva ben più pulita.

Al di là di queste inconsistenze tecniche, comunque, Golf with your Friends riesce perfettamente a mettere in scena un clima allegro e vivace e soprattutto a rendere ogni singola buca un’esperienza di gioco alquanto unica, con una varietà veramente notevole di interpretazioni diverse sul gameplay di base.

Golf With Your Friends 1

Versione testata
Xbox One

Digital Delivery

Steam,

PlayStation Store,

Xbox Store,

Nintendo eShop

Prezzo
19,99

Golf with your Friends condensa perfettamente nel titolo quello che ha da offrire, quantomeno nella sua migliore fruizione. È un gioco essenzialmente multiplayer, quasi un party game sul tema del golf, che recupera perfettamente lo spirito del mini-golf digitale d’altri tempi, da Zany Golf in poi, arricchendolo con una quantità di contenuti davvero smodata. Tra i numerosi circuiti all’interno delle 12 ambientazioni si può trovare un’enorme varietà di idee e soluzioni di gioco fornite da un design dei tracciati veramente estroso, ulteriormente modificabili con l’applicazione delle varie opzioni e modalità selezionabili. Peccato per l’aspetto tecnico decisamente spartano, non tanto per la qualità grafica – che in un gioco di questo genere passa in secondo piano – quanto piuttosto per alcuni inconvenienti che ostacolano a volte il gameplay stesso tra inquadratura, sistema di controllo e gestione della pallina. Resta comunque un’interpretazione interessante e dinamica del mini-golf digitale in multiplayer.

PRO

  • Molto divertente in multiplayer
  • Grande quantità di percorsi e situazioni
  • Modalità e opzioni aggiuntive variano ulteriormente il gameplay

CONTRO

  • Qualche problema tecnico di troppo
  • In singolo perde molto del suo fascino
  • Il prezzo potrebbe essere alto rispetto a quanto offerto

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Copyright © All rights reserved. | Newsphere by AF themes.